News

Come affrontare il periodo dell'allattamento?


Appena il bambino viene a contatto con il mondo esterno, è fondamentale stabilire subito un contatto fisico con la mamma, se non addirittura attaccarlo immediatamente al seno.

Allattare è un gesto naturale della donna e, grazie al suo latte, il neonato riceve tutti i benefici di cui ha bisogno accompagnati anche da alcuni anticorpi della mamma poiché aiutano lo sviluppo del sistema immunitario.

Per eseguire un buon allattamento ricordate sempre di mettervi in una posizione comoda sia per voi che per il neonato – io mi sono trovata ad allattare in estate e la miglior posizione era da distesa evitando di creare maggiore calore e di sudare ancora di più- ed essere sicuri che quest'ultimo si sia attaccato bene, evitando così le ragadi.

IL MIO CONSIGLIO
Vi consiglio di acquistare CLIA OIL, un olio senza profumo, senza conservanti e coloranti che idrata, protegge e prepara il capezzolo all'allattamento. Io l'ho applicato per 2 volte al giorno per tutto il terzo trimestre.

Per la montata lattea mi è stato consigliato da molti di bere almeno 2 litri di finocchio al giorno e in effetti sembra aver svolto la sua funzione dato che di latte ne ho avuto a volontà, quindi non so se sia stato solo un caso.


Uno dei fattori importanti è, ovviamente, l'alimentazione.
Per affrontare al meglio questo periodo delicato, vi consiglio una dieta equilibrata e varia. Bisogna mangiare sano, assumendo almeno 400/500 calorie in più rispetto al normale. Il sapore del latte, dovete sapere, cambia in base a ciò che viene mangiato dalla mamma, infatti bisogna portare attenzione all'assunzione di determinati cibi che potrebbero dar fastidio al lattante.
Oltre al cibo, è essenziale l'assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno.