La mia organizzazione della cucina e della tavola dopo il rientro al lavoro - La vita di una Mamma | Il Blog per le Mamme

25 luglio 2017

La mia organizzazione della cucina e della tavola dopo il rientro al lavoro


Luana, classe 1985, 32 anni il prossimo dicembre.
Vivo a Varese con mio marito Antonio, sposato il 17 settembre 2016 dopo ben undici anni di fidanzamento e il nostro piccolo Leonardo di 19 mesi.
Un lavoro a tempo pieno nel reparto amministrativo di una grande azienda di moda e un blog personale per passione.

Quando a luglio dello scorso anno, tra dubbi, paure e punti interrogativi, sono rientrata al lavoro dopo la maternità ho cercato fin da subito di non mandare all'aria l’organizzazione della casa e in particolar modo della cucina che col tempo avevo messo a punto.
Pian piano io e mio marito abbiamo cercato di organizzarci nel migliore di modi, adattandoci a nuovi ritmi e mettendo ovviamente Leonardo al primo posto. Lui fortunatamente è stato bravissimo ad adattarsi, allo stesso tempo, alle novità.
La spesa ormai la facciamo quasi sempre online, una volta a settimana. Solitamente la prenoto io il venerdì sera, dopo essermi consultata con mio marito e dopo aver deciso insieme il menù per la settimana successiva. La ritiriamo poi il sabato o la domenica.
Frutta e verdura la compriamo direttamente al supermercato ma anche dal fruttivendolo, la carne la prendiamo una volta al mese presso il punto vendita di un’azienda agricola delle nostre zone mentre il pesce lo acquistiamo sia fresco che congelato, trovo super pratico avere qualche confezione in congelatore pronta per essere cucinata!! Approfitto poi delle offerte per fare scorte di vario genere, le nostre dispense sono sempre ben fornite!!
Spesso mio marito rientra a casa dal lavoro prima di me ed è quindi lui ad avviare la preparazione della cena; spesso capita però che con alcuni piatti mi porto avanti già dalla sera precedente.

Leo dopo aver compiuto 1 anno ha cominciato a condividere i pasti con noi anche se onestamente non gli faccio mangiare ancora tutto.
In particolar modo per lui seguo uno schema quasi fisso, i suoi pranzi e le sue cene infatti contengono sempre una porzione di cereali, una di verdure e una a rotazione tra carne (1-2 volte a settimana), pesce (2-3 volte), legumi (3-4 volte), affettati magri (1-2 volte), formaggio (2-3 volte), uova (1-2). Trovo più pratico il piatto unico ma spesso mangia un secondo piatto con un contorno di verdure, magari accompagnato da un pezzetto di pane. Per quanto riguarda i cereali cerco di alternare la classica pasta di grano ai cereali vari (in chicco ma anche sotto forma di pasta ottenuta dalle loro farine); anche per i legumi spesso ricorro alla pasta, Leo la adora tutta!!
Tengo molto alla cura della sua alimentazione e fin dall’inizio dello svezzamento ho impostato i suoi pasti cercando di alternare più ingredienti possibili, cosa che cerco di fare anche per me e per mio marito. Leo fortunatamente non mi ha mai dato problemi con il cibo, nel suo piatto a fine pasto raramente resta qualcosa. Quando mi capita di preparare qualcosa di particolare per cena spesso e volentieri la mangia anche il giorno dopo per pranzo e se riesco, ne congelo una porzione o due.
In cucina il congelatore è diventato in questi mesi il mio alleato numero 1: di base ho sempre varie porzioni pronte di ragù di carne, di verdure e di varie tipologie di pesto e di sughi. Le porzioni sono di diverse dimensioni: piccole se sono solo per Leo, più grandi se sono sia per Leo che per mio marito; io non faccio testo visto che sono sempre a dieta!!
Se vi può interessare settimanalmente pubblico sul mio blog il menù di Leonardo della settimana precedente, magari vi può essere utile per prendere qualche spunto per i pasti dei vostri bimbi!!

A CURA DI LUANA CEREGHINI