News

Perché noi mamme dovremmo imparare a chiedere aiuto

Post sponsorizzato
In alcuni casi, la figura della babysitter è davvero necessaria e inevitabile. Ma se ad avere bisogno di una tata fossimo noi mamme? 
Noi mamme, subito dopo aver partorito, ci ritroviamo in un mondo completamente nuovo che fino a quell'istante non avevamo mai avuto modo di conoscere. Diventare madre è meravigliosamente emozionante, ma quante volte ci siamo sentite stanche, esauste e psicologicamente poco pronte? Sì, perché noi donne non nasciamo per diventare madri: l'istinto materno è qualcosa che si acquisisce col tempo e, la maggior parte delle volte, arriva anche solo dopo aver partorito. 

Un neonato richiede tante forze, un'immensa responsabilità e tanto tanto amore. E noi mamme lo sappiamo benissimo! Proprio per questo, io penso che se il papà è a lavoro e ne abbiamo la possibilità non dobbiamo assolutamente rifiutare l'aiuto da parte di parenti e amici. Un aiuto che, spesso e volentieri, viene rifiutato perché noi mamme ci riteniamo invincibili e, soprattutto, multitasking! Sicuramente c'è chi riesce a fare tutto da sola e fisicamente potrebbe anche reggere... ma psicologicamente? Siamo sicure di non aver bisogno anche di un piccolo aiuto? 

Purtroppo, però, c'è chi è costretta a rifiutare qualsiasi tipo di richiesta perché parenti e amici non fanno altro che dare consigli e mettere bocca lì dove non richiesto. In fin dei conti, loro vorrebbero solo darci una mano, ma non tutti sanno quale sia il confine da non dover assolutamente superare. 

E se, invece di amici e parenti, facessimo diventare il nostro braccio destro una tata... o meglio, una mamma sitter? Una figura professionale che ha il compito di prendersi cura non solo del bambino, ma principalmente di noi mamme! 

Come aiutare una mamma: nasce la figura della Mamma-Sitter 

Mamma-sitter è la tata delle mamme. Una figura professionale rappresentata da un'ostetrica, una counselor, una psicologa o una semplice collaboratrice domestica che ha il compito di dare sostegno alla mamma sia emotivo che pratico. Una mamma sitter può fare tutto ciò che dovremmo fare noi nell'arco di una giornata: da pagare le bollette a sbrigare alcune commissioni importanti sia personali che lavorative. Ma non solo: può anche accompagnarci a fare una semplice passeggiata e darci un supporto morale. 

Ma dove possiamo trovare la nostra mammasitter? È molto semplice: visitiamo il sito mamma-sitter.com e in base alle nostre esigenze possiamo selezionare la figura di cui abbiamo bisogno. Dopo aver valutato i vari strumenti, quindi identità del candidato, referenze e telefono, possiamo organizzare un incontro e verificare in prima persona se potrebbe essere la mammasitter giusta per noi! 

Per scoprire di più, vi invito a visitare il sito. Chissà, potrebbe davvero tornare molto utile a tantissime mamme! Vi consiglio anche di leggere la storia dell'ideatrice e fondatrice del progetto Mamma-Sitter: sono sicura che rispecchia il pensiero di tutte noi...

Nessun commento

Posta un commento!