Perché dovresti assolutamente leggere "Le cose che nessuno ha il coraggio di dirti prima dei 10 anni" di Pellai e Tamborini



Razzismo, malattie, parti intime, cyberbullismo, morte, omosessualità... sono tutti argomenti che, prima o poi, i nostri bambini di 9-10 anni devono conoscere in modo approfondito. Questo perché è importante che loro siano a conoscenza di tematiche che, vuoi o non vuoi, fanno parte di questo mondo. 

"Le cose che nessuno ha il coraggio di dirti prima dei 10 anni" è un libro scritto da Alberto Pellai e Barbara Tamborini, pubblicato da DeAgostini, ispirato al programma televisivo di KidsMe. 

Perché leggere "Le cose che nessuno ha il coraggio di dirti prima dei 10 anni"?

La descrizione del libro spiega in poche parole quanto sia importante avere questo testo nella libreria dei propri bambini. È un libro che io ho letto e riletto molto volentieri, perché sono dell'idea che non è solo un libro per bambini, ma una guida anche per noi genitori che, spesso, non sappiamo come affrontare determinati argomenti con i più piccoli di casa.


Razzismo, malattie, terrorismo, cyberbullismo… sono solo alcune tra le realtà del mondo intorno a noi che fanno paura a molti, forse anche a te. E magari anche a te capita, quando qualcosa ti spaventa, di non volerne parlare. Eppure, il modo migliore per sconfiggere la paura è informarsi su ciò che più ci intimorisce. Ma allora perché quando hai il coraggio di fare domande i grandi non sanno cosa risponderti? Per fortuna, con questo libro non ci saranno più quesiti che cadono nel vuoto, né curiosità scomode, proibite o pericolose. Qui dentro troverai le risposte a tutto ciò che non hai mai osato chiedere o che gli adulti non hanno mai osato spiegarti. Alberto Pellai e Barbara Tamborini affrontano 22 temi-chiave della vita e ne esplorano gli aspetti emotivi. Una guida per piccoli ma anche per i grandi che vogliono trovare le parole giuste.

Ogni capitolo affronta un tema: si parte da un racconto inventato, dopodiché viene spiegato in parole brevi e semplici l'argomento che si sta trattando e, infine, vengono riportati anche degli esempi specifici. 

Il testo è scorrevole e scritto in maniera molto semplice ed esaustiva. Gli autori riescono ad esprimere al meglio ogni concetto con lo scopo di chiarire le idee del bambino che legge. Inoltre, cosa molto importante, invitano il piccolo lettore a riflettere sull'argomento e a porsi delle domande a cui dovrà, poi, rispondere. 

Non mancano, inoltre, i riferimenti a fatti realmente accaduti o a personaggi conosciuti per arricchire ancora di più il bagaglio di informazioni del lettore. 


Un libro valido, interessante e da non sottovalutare: grazie alle parole degli autori è possibile dare al bambino una serie di informazioni che gli permetteranno di aprire la mente e di riflettere sui fatti che accadono attorno a lui, sia positivi che negativi. 

Dal cyberbullismo alla morte di un proprio caro, dall'ansia alla paura di non sentirsi abbastanza, sono tutti fattori delicati che hanno bisogno di parole studiate e non dette a caso.

Se non sapete come affrontare determinate tematiche con i vostri bimbi di 9-10 anni, allora vi straconsiglio di leggere questo libro. 


Ultimo ma non meno importante, sono dell'idea che questo testo, scritto da uno psicoterapeuta e una psicopedagogista, sia l'ideale per sviluppare l'empatia, importante e necessaria nelle relazioni umane. 


Ringrazio la CE per il libro.